5 consigli per evitare l’erosione dell’acqua sui sentieri

L’acqua è un elemento importante per la nostra esistenza e per quella del pianeta.

Senza il giusto apporto di acqua [ed il giusto rapporto acqua dolce/acqua salata, nda] tutto quello che ci circonda non ci sarebbe.

Allo stesso modo però, nei nostri contesti e nella progettazione di un sentiero l’acqua, il suo andamento ed il suo impatto, sono aspetti importanti da valutare se vogliamo realizzare un sentiero sostenibile, ovvero un sentiero a bassa manutenzione, che abbia un buon drenaggio e che garantisca sempre divertimento e percorrenza.

Per questo in fase di progettazione è importante prestare molta attenzione alle possibile problematiche legate al flusso dell’acqua sul sentiero.

Acqua, il grattacapo del trail builder

Andiamo quindi a scoprire insieme 5 possibili problematiche legate al flusso dell’acqua sui sentieri 🙂

non realizziamo sentieri sulla fall line

Ovvero, evitiamo di progettare, realizzare o mantenere sentieri che si trovano sulla linea di massima pendenza.
Cerchiamo di sfruttare la costa del nostro promontorio mantenendo una pendenza media che si attesti tra l’8% ed il 10%. Disegniamo il nostro sentiero come se stessimo surfando un’onda.

Non realizziamo sentieri sul piano

Ovvero, evitiamo zone pianeggianti o con degli avvallamenti naturali.
Se proprio non possiamo farne a meno, anche laddove non abbiamo pendenze, cerchiamo di dare sinuosità e ritmo alla nostra traccia, giocando con le curve, dossi e compressioni… come se stessimo realizzando un percorso pump track.

realizziamo i grade reversal

Ovvero le famose inversioni di pendenza delle quali si sente molto parlare durante i corsi IMBA.
A cosa servono le “inversioni di pendenza” o grade reversal? Servono a contribuire a smaltire l’acqua che si accumula sul sentiero, evitano l’effetto fiume sul nostro sentiero e lo rendono divertente e percorribile da tutti.

non scegliamo aree dove generalmente si formano acquitrini

A meno che non sia strettamente necessario il passaggio, evitiamo di pensare di far passare il nostro sentiero in un’area dove solitamente si formano molte pozze di acqua che magari ristagnano per tutto l’inverno.
Di solito sono situazioni che si creano in prossimità di zone umide, torbiere e laddove il terreno è particolarmente argilloso… e non necessariamente in zone pianeggianti!

non utilizziamo tronchi per dare base al nostro sentiero

Generalmente quando si utilizzano tronchi per realizzare porzioni di sentiero lungo la costa del promontorio dove stiamo lavorando, il loro utilizzo con il passare del tempo tenderà a creare un “avvallamento” del terreno verso il fianco del promontorio stesso.
Ecco, è proprio qui che si fermerà o scorrerà l’acqua, erodendo il sentiero piuttosto che caratterizzandolo da numerosi ristagni.

L’acqua è un bene essenziale, non sprechiamola facendola correre sui sentieri o magari lasciandola a decantare nelle buche e negli “avvallamenti” che sono causa di una sbagliata progettazione

Se volete saperne di più sulle nostre attività e sull’associazione di promozione sociale che stiamo per andare a fondare, scriveteci una email all’indirizzo trailwish@gmail.com o visitate la nostra home page.


un sentiero nel bosco ed una carriola sul sentiero
Una porzione di sentiero nel bosco realizzata in occasione dell’evento “Dig, Ride, Grill” utilizzando le tecniche apprese durante la Trail Building School di IMBA Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.